... Nelle molte giornate del cammino da effettuare, ve ne saranno di radiose e di necessariamente in ombra ed è principalmente in queste che il pubblico dovrà farse maggiormente sentire vicino agli atleti. Il campionato non si arresta né alla terza, né alla quarta domenica [...] quindi: avere fermamente fiducia! La vittoria, ne siamo certi, bacerà ripetutamente il nostro vessillo... Luigi Ridolfi

domenica 6 aprile 2008

fiorentina, reggina, tacchi e raffreddori

E' andata.. abbiamo vinto e questo serviva.. due a zero ma il risultato non deve ingannare.. la Reggina non ha demeritato.. noi dalla nostra abbiam trovato uno stupendo goal di Giampaolo Pazzini, sempre più vicino alla doppia cifra finalmente e uno utilissimo di quel fenomeno che qualcuno dai gradini dietro di noi, specialmente dietro Enzo, ha definito "un po spento".. non sto qui a riportare la reazione del buon Enzo al goal di Mutu, pareva gli si fosse tappata la vena.. e che finalmente il sangue coagulato si fosse sciolto in una fontana di urli e strilli che han riportato alla sua memoria tal Monelli degli anni ottanta..

Serviva vincere giusto per il morale, per il ritorno di coppa giovedì in Olanda e per tener lontano un Milan e una Sampdoria che han vinto e un Udinese che ha pareggiato e che son sempre li pronti a non lasciar punti per strada..

L'Erika lanciatissima come da video allegato si è però ritrovata a tornarsene verso casa per via di un'amica febbricitante e un improvviso raffreddore che l'ha fatta lacrimare per tutti i 90 minuti col naso tappato che pareva una papera a parlare..

video

3 commenti:

  1. Quasi quasi preferisco l'intervista dei romeni. Che vergogna, son diventata rossa in differita...

    RispondiElimina
  2. ma sei scema..
    eri bellissima.. diciamo non proprio da stadio ma da erika da gara..e meno male che marco è gobbo

    RispondiElimina
  3. bellissima....... grazie Ale sei un amico.
    Ery

    RispondiElimina