... Nelle molte giornate del cammino da effettuare, ve ne saranno di radiose e di necessariamente in ombra ed è principalmente in queste che il pubblico dovrà farse maggiormente sentire vicino agli atleti. Il campionato non si arresta né alla terza, né alla quarta domenica [...] quindi: avere fermamente fiducia! La vittoria, ne siamo certi, bacerà ripetutamente il nostro vessillo... Luigi Ridolfi

martedì 30 settembre 2008

la canzoncina..di'hane

Sembrava quasi di aver centrato la qualificazione alla champions solo per ascoltare la canzoncina d'apertura e veder que' figlioli sventolare i'lenzolo.. e giustamente, come nelle migliori occasioni, il motivetto tanto agognato non è neanche partito, meno male la sera prima avevan fatto le prove.. figura di merda internazionale.. sarà dieci anni che si dice che l'Artemio ha un impianto audio che fa cacare.. un'agonia durata tre minuti.. un'agonia in mondovisione.. mitici.. e ora basta esoneriamo il fonico e già che ci siamo anche la voce che lamenta le formazioni.. un se ne pole più..
Samu è arrivato oserei dire alla nostra ora causa riunione condominiale.. io un'oretta in anticipo.. ho pure mangiato un panino coi ragazzi alla piadineria di sempre all'angolo.. non mi riconosco più.. poi.. striscione per Stefano Borgonovo e sigla muta della champions..
video
la partita è stata la seconda agonia della sera.. durata però novanta minuti.. altro che crisi superata.. la situazione è balogia.. ed è dir poco.. forse s'è tirato in porta due volte.. tante verso la porta ma in porta davvero due.. Frey innegabilmente migliore in campo con Santana.. e dico stecco.. il resto la noia mortale.. Montolivo probabilmente c'ha ancora il fuso delle olimpiadi cinesi da smaltire.. o forse ha bevuto il latte contaminato.. boh.. stucchevole, irritante e fuori condizione.. Mutu? una punizione sul palo.. stop.. Martino poeraccio comincia a esser anziano.. un ce la pole fare.. Dainelli continua a lanciare missili su per marte invece di passarla a chi la palla la sa giocare.. Melo sufficiente per la grinta.. e lo zero a zero finale sa tanto di punticino guadagnato.. intanto Bayern Monaco-Lione pareggiano 1-1 e la bagarre si fa dura visto che su quattro squadre, tre sono in un punto.. anno scorso questi qua ce li saremmo mangiati..
Champions a parte la mia Fiorentina la vedo in crisi.. e ho l'impressione che anche il mister ancora non abbia preso le misure a questa squadra.. adesso dovremo esser bravi noi a non fare i soliti provinciali che fan polemica su un calcio d'angolo sbagliato.. i fischi di fine partita ci posson stare.. siam tifosi non sportivi.. e il bene che vogliamo a questa maglia ci fa anche soffrire.. son stati fischi di rabbia.. per una partita che potevamo vincere e per una squadra neanche parente lontana di quella che c'ha fatto sognare fino a due mesi fa.. ma dimostreremo che sappiamo aspettare.. forza ragazzi.. di'hane..

lunedì 29 settembre 2008

Lacatus, lo Steaua, Mutu e le banderuole di Ale e Samu..

serata champions a Firenze domani sera.. Fiorentina-Steaua Bucarest.. un altro salto nel passato visto che l'allenatore rumeno si chiama Marius Lacatus.. acquistone post mondiale Italia '90, la prima mitica ciliegina di Vittorione.. mi ricordo solo che aveva un bel pò di capelli, pareva Davide Pellegrini, che correva abbastanza ma che forse a memoria a fine campionato collezionò appena 3-4 goal.. poca vela a Firenze per lui.. speriamo che il destino fiorentino per lui sia altrettanto magro anche domani sera..
In uno strano momento di lucidità avevamo deciso con Samu di non fare l'abbonamentino per le tre gare di champions.. dai.. giù.. si va a vedere solo quella col Bayern per via di Luca Toni, le altre due le si guardano in tv.. abbiamo così fatto scadere il diritto di prelazione per gli abbonati e siamo arrivati a sabato sicuri come Roberto Baggio sul dischetto del rigore a Pasadena nel 1994 che a noi non ce ne fregava niente di esserci all'artemio martedì sera.. sabato a pranzo mi squilla il tel di lavoro.. sms di Samu: ma martedì allora? Io: (fingendo clamorosamente) martedì cosa? Samu: la champions.. che si fa? Io: un s'era detto si guardava in tv? Samu: si, però dai.. se ci fossero ancora biglietti.. Io: via giù, passa di qua.. risultato: alle 18:50 ero al tabacchino a comprare i due tagliandi per martedì.. 22 euri alla faccia della nostra coerenza.. che banderuole.. un ci si fa proprio a rinunciare alla nostra viola..
Nel frattempo si rimonta da sola e dal nulla la storia Mutu.. che palle.. io ho già scritto abbastanza su questo fenomeno.. una cosa è sicura: i giocatori passano.. la Fiorentina rimane.. quindi ribadisco il concetto: se un tunn'hai voglia scendi, di'hane, da questo treno.. si fa anche senza di te.. fenomeno!

sabato 27 settembre 2008

come l'è andaha?

Ecco come si presentava l'Artemio alle 19:00 stasera.. ebbene si.. sarà stata la mancanza di Samuele, malaticcio, dell'Erika, che poi ho scoperto essere nascosta in tribuna, di Enzo, Gabriele e Stefano, a ubriacarsi a Monaco beati loro, ma per la prima volta da non so quanti anni son arrivato un'ora e mezzo prima dell'inizio della gara.. e.. attenzione.. ho tenuto i posti per altri tre disperati che come me stasera han patito come non succedeva da un pò a Firenze..

Qualcuno giura che la crisi è passata, ma non so se è così.. per dirla tutta s'è fatto cacare e per dirla come la direbbe l'Erika s'è riasciugato un bel bucato.. grazie ovviamente a un Gilardino ormai fondamentale per questa squadra.. non credo sia la mediocrità del resto del gruppo a esaltare oltremodo un vero attaccante di notevole qualità.. ma indubbiamente tra i viola si salva solo Frey, un buon Melo sempre presente e un Perl che con Dainelli non ha fatto poi così rabbrividire come al solito.. il resto sinceramente lo rimando a settembre.. Montolivo è irritante.. spocchioso a tratti, fastidioso.. Mutu è l'ombra del fenomeno che abbiamo ammirato nelle ultime stagioni e per più di una volta ho pensato che forse quest'estate sarebbe stato meglio cederlo anche alla Roma va.. avevamo di fronte un ottima squadra, ben messa in campo e non era facile averne ragione.. pare oltretutto che il goal del Gila fosse in fuorigioco.. vabbè.. sculo Genoa..

Cmq.. la tristezza della pensilina su campo di marte fatta da solo m'ha fatto capire, se ce ne fosse stato bisogno, quanto sono importanti certe persone.. Samu e Ery su tutte.. l'abitudine spesso rischia di render scontate certe presenze.. togliendo loro l'importanza e il valore giusto..

Ora vediamo di che pasta siam fatti martedì con lo Steaua.. un vedo l'ora di sentir quella sigla così ambita..

mercoledì 24 settembre 2008

Remissivi.. ed è un complimento..

Che brutta Fiorentina.. non riesco a capire se è stata una grande Lazio, che mi duole dirlo ma gioca bene, o una Fiorentina che definirla sottotono mi sembra quasi un complimento.. spaesati, abbiamo iniziato bene ma dopo poco più di 10 minuti la Lazio ha preso il bandolo della matassa per non cedercelo più.. una brutta Fiorentina nella quale si salva solo Frey, impegnato oltremodo rispetto agli ultimi tempi.. il resto sinceramente è apparso irriconoscibile... sul terzo goal m'è tornata in mente la partita a Roma del 1995.. ero al CAR, ai granatieri di Sardegna che a dispetto del nome son solo a Roma, e mi trovai a discutere con un laziale.. scattò la classica scommessa.. avremmo vinto noi.. era la Fiorentina di Rui e Bati.. non ce n'era per nessuno.. tornai dalla licenza che non sapevo come fare a entrare in caserma.. avevamo perso.. ma no perso.. c'avevano proprio rotto il culo.. 8-2 con poker di Casiraghi.. che figura di merda.. per fortuna è andata diversamente stasera.. almeno dal punto di vista numerico.. il risultato è stato lo stesso.. che abbia ragione il mister quando parla di una squadra che ancora non può definirsi tale per i numerosi innesti? può essere.. so solo che sul 3-0 ho cambiato canale e mi son guardato 5 minuti di Genoa-Roma.. non ce la facevo più.. probabilmente non ero neanche più abituato a vedere una viola così remissiva, così fuori partita come mai l'avevo vista.. la labbrata beccata a Roma stasera non ha scusanti.. spero vivamente sia l'ultima e che sia solo la classica serata da dimenticare.. che serva a far rinsavire chi pensa d'esser già arrivato.. chi ha perso quell'umiltà che è stata determinante fin dall'inizio del ciclo Prandelli a Firenze.. ma ho impressione che questo qua sarà un campionato difficile.. per tutta una serie di motivi e noi come paragone abbiamo tre anni fantastici.. dovremo esser bravi a non pretendere le stesse cose degli ultimi campionati come fossero dovute e semplici.. mi fa paura la squadra di stasera pensando che non avrà sosta tra champions, coppa italia e campionato.. intanto il Genoa che viene a farci visita sabato sera a Firenze ha regolato la Roma 3-1.. sembra un campionato livellato verso il basso.. o forse son le piccole che stanno alzando la testa? boh..cmq sia adesso fuori i coglioni..

martedì 23 settembre 2008

..maremma maiala..

Adnkronos - Lun 22 Set - 18.16

''E' un'operazione molto scorretta al limite dell'illegalita'. La mia opinione molto sfumata e' che i Della Valle possono arrotolare il loro progetto e ficcarselo su per le trombe del cosi' detto''. Lo ha detto, in un'intervista a Controradio, come riporta una nota della stessa emittente, l'assessore alla cultura del Comune di Firenze, Giovanni Gozzini, riguardo al progetto presentato dai fratelli Della Valle per la realizzazione a Firenze di una cittadella dello sport con un nuovo stadio, da localizzare nell'area di Castello.

''Si tratta di un'operazione tutta a vantaggio dei Della Valle - ha aggiunto Gozzini - che vede il Comune subire delle pressioni appunto poco corrette, che vanno inoltre a favorire ulteriormente il costruttore Salvatore Ligresti. Il progetto Della Valle si sviluppera' infatti su terreni ormai pubblici, mentre Ligresti potra' costruire tutto quanto gia' previsto, con il vantaggio di avere accanto la 'Cittadella Viola'. Con l'effetto immediato di vedersi apprezzare notevolmente i propri investimenti immobiliari''.

In giornata, l'assessore ha precisato: ''Da 21 anni - ha dichiarato - parlo nella mia trasmissione a Controradio da privato cittadino di cose che non conosco e di cui non mi occupo e intendo continuare a farlo. Credo sia necessario scindere le due cose: assessore e vita privata. L'assessore Gozzini in giunta seguira' quello che dicono il sindaco e l'assessore all'Urbanistica Gianni Biagi che sono competenti e hanno seguito il progetto e in giunta votero' a favore dell'inserimento dello stadio nell'area di Castello. Sara' un voto di squadra e convinto perche' Firenze ha bisogno di spostare lo stadio e la Fiorentina ha bisogno di un nuovo impianto''.

Giuro faccio fatica a commentare.. mi chiedo solo perchè.. ma a noi ci garberà mica patire per godere? io non ho niente in contrario.. siamo in democrazia.. ognuno dica la sua.. ma questo se la dice e si contraddice in dieci righe.. della serie: secondo me è una cazzata.. però mi garba.. siamo nel 2008 ma ho l'impressione che ci siano ancora Guelfi e Ghibellini.. ci garba facci dì male.. ci manca solo che ci faccian andare allo stadio coì cilicio alla coscia strinto bene.. cmq sia.. IO STO CON DELLA VALLE.. e come dice Samu: Diego Sindaco! di'hane..

24 sett. nota a completamento: l'assessore si è appena dimesso.. beh.. cos'altro aggiungere..

lunedì 22 settembre 2008

Google ha sempre ragione..

l'ho trovata girellando per i vari blog viola e non ho resistito.. il copia incolla tanto odiato si è impossessato di me.. dire che è geniale è dire poco.. e grazie ancora per Gilardino!

domenica 21 settembre 2008

Metti una sera al Dall'Ara di Bologna, Liga..Socmel

Fine settimana bolognese.. l'abbinamento Vasco-Bologna inizia sabato sera al Dall'Ara a godermi lo spettacolare concerto di Vasco.. un'ora di macchina poco più per entrare in uno stadio a me sconosciuto che mi ha regalato, si fa per dire, un Vasco che in casa propria si vede ha una marcia in più.. due ore e mezzo con qualche pausa, ma si sa che a una certa età è dura, con puntatine da brividi nel passato.. fantastiche la Noia, T'immagini, Asilo Republic e l'accenno a Colpa d'Alfredo.. e quanto ha parlato.. ospite della sera tale Valentino Rossi ripreso subito sotto il palco (l'avrà pagato il biglietto?).. l'animale da palco che ormai ha quasi 60 anni non ha rivali.. e ce ne vorrebbero un bel pò di più di concerti così.. niente a che vedere con chi il rock lo vuole suonare al volume che serve.. di Vasco ce n'è uno il resto serve solo per davvero a far rumore, le emozioni che regala sono vere, le canzoni ti entrano nella pelle e diventano tue.. se poi il buon Vasco ha una di queste serate qua tutto il resto lo dimentichi in fretta..

domenica mattina da derby dell'appennino che l'osservatorio ha deciso di spuntare vietando la traferta ai rossoblù e la vendita dei biglietti a tutti.. alzatina al tocco.. rapida colazione alla quale difficilmente rinuncio e fuga a raccattare Samuele col quale avevo fissato nel giro di un'ora.. nella mia ormai nota puntualità riesco beccarlo nel percorso e il nostro arrivo al Franchi è stato sinceramente il peggiore dai tempi, sarà la mancanza della ricciola, ma abbiam varcato il tornello che erano dieci alle tre.. e che il tempo ci mantenga salda l'amicizia col gruppetto capitanato dal buon Enzino sennò addio posti..
video

La partita ha visto l'esordio dal primo minuto del montenegrino Jovetic, cavallino di razza.. si vede, Samu ha detto che pesticcia un pò troppo, che pare un annaffiatoio da giardino con quel movimentino frenetico del piede.. io credo invece che sia stato preso per rimettere a posto le zolle.. pare infatti abbia un rastrellino al posto dei tacchetti del piede destro.. Implacabile invece il nostro cecchino chiamato Alberto Gilardino.. rientro da par suo di Gamberini che con Perl ha fatto ben sperare per il futuro.. buono il secondo esordio in maglia viola del bravo Comotto.. la davanti abbiam sprecato forse troppo, c'era tra l'altro anche un rigore grosso come una casa.. però l'importante era vincere visto che ad oggi un s'era raccattato boccino.. si sale a 4 punticini in classifica e si respira un'aria diversa anche se siamo ancora lontani dal nostro campionato..

sabato 20 settembre 2008

Dopo l'Entrata, la cittadella a Castello.. in 120 mesi..

Stamani conferenza dei Della Valle per presentare il progetto relativo al nuovo stadio di Firenze inserito in un'area più complessa dove nell'idea del padron viola troverà spazio un parco tematico sul calcio, alberghi e un centro commerciale. Un'area che dovrà vivere di vita propria per tutta la settimana raggiungendo il clou la domenica con la partita di calcio della nostra Fiorentina.
Un progetto ambizioso, ardito e importante.. per la Fiorentina, per Firenze e pure per loro.. ma è stato chiaro Diego, se la città, i tifosi e sopratutto il comune non remeranno nella stessa direzione il progetto farà la fine del centro sportivo che doveva sorgere nel Valdarno. I problemi incontrati per le varie italianissime lungaggini burocratiche ne hanno probabilmente determinato la fine senza che mai abbia visto concretamente un inizio.. mi auguro vivamente che chi doveva aver orecchi abbia sentito.. non sempre.. e soprattutto non è certo così scontato che persone "di fuori le mura" si prendano la briga di investire così impegnativamente su una città a volte fin troppo chiusa e troppo sicura delle proprie bellezze..

Sui tempi di realizzazione, dal momento che Castello sembra l'area scelta, stamani si parlava di 120 mesi.. oggi pomeriggio le parole di Diego avevan trasformato i dieci anni in tre.. stasera l'architetto destinato alla realizzazione del progetto, tale Massimiliano Fuksas ha definitivamente, per oggi, indicato in 7-8 anni il periodo necessario..
Quanto ci vuole lo vedremo.. che ci saranno problemi e bastoni tra le ruote lo sappiamo già prima di partire.. e mi tocco le palle nella speranza di non trovare per carità neanche una brocca o un piattino di chissà quale era etrusca o paleolitica che poi ci tocca tirar su una teca inutile e inaffrontabile come quella del parcheggio sotterraneo dell'Ipercoop di Sesto Fiorentino..


mi viene una domanda: ma la Fiesole si chiamerà sempre Fiesole? perchè sinceramente chiamarla curva sud o nord.. curva monte morello.. curva colonnata.. anzi meglio: curva camporella.. non è che mi sconfiffera poi così tanto..

una speranza.. che non lo faccian costruire al consorzio Etruria sennò dopo due partite vien giù tutto.. o magari piove negli spogliatoi..

venerdì 19 settembre 2008

Non ci resta che piangere - un fiorino!

un omaggio a un fiorentino doc, a un napoletano che non è più tra noi e a uno che abita la di fronte alla coop di coverciano che di troisi incarna la trasparente simpatica leggerezza napoletana.. e che non sia un piano B a farci dimenticare..

video

giovedì 18 settembre 2008

il fair play di sto cazzo..

Ovvero Lione-Fiorentina 2-2..
Ancora non riesco a capire dove sta il confine tra essere corretti e essere delle fave.. noi probabilmente ieri sera avevamo spostato il confine dell'esser fave oltre a quello della correttezza, cioè proprio sopra.. mentre quelli del "Leone" se ne son sbattuti altamente le palle e han puntato dritto dritto, oltre che alla faccia di Zauri, al pareggio che fa meno gloria ma più punti senza dubbio..
Non riesco a parlar troppo della partita perchè mamma coop mi ha, nelle vesti del direttore che Iddio lo ringrazi forever, messo di presidio fino alle 21,30.. poi la fava della guardia non riusciva a chiudere il cancello e c'ho schiacciato le 22.. per concludere ero senza mezzo, a tagliandare alla Pegiot! e avevo fatto i conti senza l'oste (i mia) che doveva prestarmi la macchina ma che non c'era.. per farla breve ho fatto una maratona di circa 13-km-13 con un ritmo bello sostenuto e un tempo di percorrenza pari a 1h30.. 'na passeggiata de salute d'un mercoledì da champions.. che Pistorius mi fa una sega.. giusto in tempo per partir col sorriso sulle labbra tipo ebete per la doppietta del grande Gila, mi ripeto.. quest'anno abbiamo davvero una signora punta.., e arrivare a destinazione che quelle merde del "Leone" avevan pareggiato con due goal uno più scorretto dell'altro visto che nel primo abbiamo attuato, furbi di'hane, la tatticissima del fuorigioco.. anzi visto che era in champions credo che que'ragazzi abbiam giocato la carta del fuorigiochissimo, rara e difficile, ma con uno Zauri morto in area che teneva in gioco tutto il "Leone" compresa panchina e tribuna.. il secondo parte da una punizione inesistente per le merde francesi e finisce con Benzema solo soletto, forse lo marcava Gamberini da Firenze, che ha insaccato un 2-2 che alle 20:44 avrei firmato ma che alla fine fa solo girare i coglioni... ha vinto l'esperienza dei 7volte campioni di Francia contro la nostra squadretta di mammolette rosse per l'emozione da prima comunione.. credo cmq di poter dire che in champions ci siamo e abbiam dimostrato che ci possiamo stare..

domenica 14 settembre 2008

A Napoli non si passa..

C'è un nesso logico tra la prestazione quasi degna di Santana e la debacle della squadra viola? sarò super prevenuto (prima quando lavoravo a Sesto ero Iper prevenuto!) ma oggi che l'argentino mi è piaciuto per la prima volta da che gioca a Firenze.. ha giocato quasi da par suo anche se non sembra mai pericoloso la davanti.. la Fiorentina, pur essendo passata in vantaggio con un bello scambio Gila-Mutu, ne ha beccati due.. il primo identico a quello di Nedved di due domeniche fa.. Hamsik si è trovato solo soletto davanti a Frey e l'ha messa dentro con un piattone senza sudare poi troppo.. il secondo di un incredibile Maggio.. a Firenze quasi non toccava boccino.. son due anni che segna goal a grappoli.. mah..
Resta il fatto che adesso con un solo punticino in classifica ci si avvicina alla partita di mercoledì a Lione con un pò meno di slancio e un pò meno di tranquillità pur sapendo che siam solo alla seconda di campionato e che Milan e Roma non viaggiano certo meglio, che l'Inter ha vinto con una gran botta di culo.. anzi due.. e che la Juve, zero a zero mentre scrivo, sta faticando non poco in casa con l'Udinese..
Nessun dramma sportivo per carità però, non credo sia solo un pensiero personale, ci s'aspettava un inizio migliore..

Meno male che Silvio anche domani se ne sta giù a Napoli e che sarà nuovamente a bottega solo martedì quando spero gli sarà passata la classica euforia che lo pervade figuriamoci adesso che la squadra viola ne ha prese due in un San Paolo a "curve chiuse".. sarcastica la scritta stampata sulle maglie dei tifosi azzurri "io ho precedenti penali",protagonisti di una protesta molto civile all'esterno della Curva B.

Intanto la Rubentus sta vincendo 1-0 con goal di Amauri.. ma vaffanculo vai..

sabato 13 settembre 2008

Tutta colpa del paradiso - Loverlon man

Piccola nostalgia di un passato recente che mi fa morir dal ridere..
indimenticabile colonna sonora..
indimenticabile la scena finale col vaffanculo all'albero..
indimenticabile Francesco..

video

venerdì 12 settembre 2008

becchi e bastonati?

Non riesco a incazzarmi più di tanto e non capisco il perchè di questa mia tranquillità stanca.. però a forza di leggere e ascoltare diventa difficile anche far vincere la stanchezza, che con me ha partita vinta sempre, sul trattamento che stiamo ricevendo da CASMS, il famosissimo Comitato di analisi sulla sicurezza delle manifestazioni sportive, Osservatorio, federcalcio, cristi e madonne che stanno lassù a decidere per tutti..

Il progetto dei Della Valle, oramai è arcinoto, è legato a doppio filo con la non violenza negli stadi e la crescita di società e squadra va di pari passo con quella della tifoseria viola, organizzata e non, che ha capito bene cosa significa "essere ultrà" nel 2008 e cosa sta ricevendo in cambio della buona condotta da tre-quattro anni a questa parte.. mi rendo conto però che gli sforzi fatti da proprietà e capi tifosi, che ci mettono è evidente la faccia, rischiano di esser vanificati con decisioni come quelle prese in settimana a seguito degli incidenti causati dai napoletani nel corso della prima di campionato: niente trasferta a napoli per i tifosi viola (colpevoli di cosa?) e solo abbonati per fiorentina-bologna della domenica successiva (che colpa hanno gli altri tifosi viola senza abbonamento? forse che non l'hanno fatto?) sinceramente mezzi per evitare che bolognesi acquistino biglietti per la gara di firenze vietando di fatto loro la trasferta ce ne sarebbero (es: biglietti per i soli residenti nella provincia di firenze) però per i furbetti del quartierino meglio dare una bastonata a una tifoseria che è stata addirittura portata a esempio per il comportamento tenuto fin'ora.. se son provocazioni dobbiamo esser bravi a non cascarci.. se fossero decisoni prese coscienziosamente c'è da preoccuparsi per il futuro (la prossima volta vieteranno l'ingresso a quelli con gli occhiali? a quelli più alti di un metro e 77? a quelli che han la targa pari?) resta il fatto che si sente aria d'orgoglio in città per quel che abbiam fatto fin'ora e puzza di bruciato per decisioni così lontane dalla reale situazione del tifo a Firenze.. è un pò come tenere sui libri un bimbo per due giorni e poi dirgli bravo dopo l'interrogazione andata bene, adesso tu vai a letto senza cena.. di'hane.. allora cacateci addosso..

Se ci penso bene.. ma bene, bene.. non riesco a esser così avanti come qualcuno che ha proposto bistecche alla fiorentina e tortellini in piazza tra bolognesi e fiorentini, non ci riesco.. vince l'istintivo, il passionale, il tifoso viola.. ben venga il fair play, la proposta di abbattere le barriere allo stadio, il terzo tempo, gli applausi a fine gara anche quando si perde e tutto quel che è successo a Firenze di bello e positivo fino ad oggi.. ma il sapore del tifo e l'antagonismo sano, provinciale, il sentirmi fiero e orgoglioso della mia Firenze e la voglia di urlarlo al cielo e in faccia a chiunque non la pensi come me è qualcosa che non puoi condividere con altri che per giunta vengon di fuori dalle mura.. loro facciano il tifo per il bologna.. io tifo per la viola e da loro un'avanzo nulla, un c'ho mai fatto merenda insieme quindi un ci voglio neanche niente da spartire..

giovedì 11 settembre 2008

la mesticheria o Le Roi Merlin

tra me e il fai da te ci corre quanto tra Giampaolo Pazzini e Batistuta.. bravo, si applica.. ma non ce la fa a fare tutti quei goal che ha fatto Bati.. io uguale.. bravino, ci studio anche però fo delle sudate già col cacciavite figuriamoci se devo usare il trapano.. devo attaccare uno specchio.. esco di casa dei miei e mi torna in mente la mitica mesticheria ferramenta che c'è li a dieci metri.. mi son detto: chi meglio di lui mi saprà dire cosa ci vuole di preciso perfetto per uno specchio di circa 9 kg.. ricorda un pò il cartolaio dei ragazzi della 3C.. entravi per un lapis e uscivi con un goniometro, un'astuccio, uno zaino, un mappamondo retroilluminato e mille altre cose che non ne conoscevi neanche l'esistenza.. lui idem, ma l'esperienza aiuta e ero rigido e sicuro sul comprare il necessario e basta.. apro la porta e mi rendo conto che la vecchia ferramenta non è più come me la ricordavo da pischello..devon aver buttato giù qualche muro perchè sembra più grande.. di solito è il contrario mano a mano che si cresce.. sguardo rapido e più che una ferramenta pare un casalinghi della germania dell'est pre caduta del muro di berlino.. l'assortimento svaria dal cavatappi, alle viti, agli specchi da bagno, ai detersivi più sconosciuti a una serie di introvabili.. mi meraviglio nel non trovare gli occhiali che vedono attraverso i vestiti o le penne che appoggiate al muro ti fan sentire quel che si dicono di là.. dietro al banco non cè più lui ma c'è una lei.. una lei abbondante e sudata oltretutto.. una lei che parla con una cliente, l'unica nel negozio, di ".. però è meglio senza la polpa perchè sennò poi s'aggruma e diventa troppo corposo per sentirne il sapore che deve avere...".. la sensazione di essere entrato nel posto più sbagliato è sempre più forte e resa ancora più dura dal fatto che oltre alla cicciona di là dal banco, noi di qua siamo in due e far perder le tracce nella folla di due persone è difficile.. ho sperato mi squillasse il cellulare ma probabilmente la dentro non c'è neanche campo.. dopo tre minuti interminabili restiamo io e la cicciona..: devo attaccare uno specchio di circa 9kg.. lei, sorridendo sudata: beh, intanto c'è da fare il buco nel muro.. poi.. sa se il muro è so..?" e sembra che il resto della parola le muoia nel nulla.. io per affrettare una situazione al limite della candid camera rispondo con un "..certo!!".. lei: "quindi se è so.. le do una da..".. arimorte della parola decisiva.. io: "direi di si..".. lei: "tanto tutti hanno una da 8".. io, credo che mi stesse per uscire il sangue dal naso.." è evidente.. chi non c'è l'ha!?".. lei mi allunga una mano e mi da un chiodino a elle con annesso tassello di plastica "che, a differenza di quel che pensano tanti quando il muro non è friabile regge molto di più di quegli altri..".. perle di saggezza che non ho saputo apprezzare.. mi affretto a sorridere accennando col capo che meglio di così non poteva certo andarmi.. pago la bellezza di 15 centesimi e esco alla velocità della luce.. mentre torno verso casa mi rendo conto che il chiodino a elle è pure troppo grosso per l'occhiello dello specchio.. fanculo.. non esistono più le botteghe di una volta..

Intanto Gamberini si è lussato la spalla l'altra sera contro la Georgia e ne avrà per un mesetto.. l'osservatorio ha confermato che a Napoli un ci va nessuno ne in curva A ne in curva B.. neanche noi da Firenze che siam l'esempio per l'Italia intera in quanto a Fair Play.. bravi loro.. e la mia presunta tranquillità nel rinunciare all'esordio in casa per l'Eolie comincia a vacillare.. mi manca l'aria dello stadio, mi manca la curva, mi mancano quelle fave che corrono dietro a un pallone..

sabato 6 settembre 2008

Quando BB a Firenze non era Brigitte Bardot

Si rischia sempre di cadere nell'ovvio e nel patetico e sembra quasi di voler salire su quel carro che fa bella mostra di se solo quando torna comodo affrontando argomenti come questo.. tranquilli non è il mio caso.. ieri mattina appena arrivato a bottega ho preso d'infilata il Globe bar per un caffeino e Stadio fortunatamente non manca mai anche se il titolare del bar è rossonero senza motivi plausibili..
Cerco avido le pagine sui miei eroi, sempre abbondanti anche nel mezzo della settimana, e dopo una breve lettura della prima l'attenzione dei miei occhi è completamente catturata dall'articolo su Stefano Borgonovo e la sua attuale condizione.. una fitta allo stomaco e una al cuore, per una persona che non posso certo dire di conoscere ma che per la sua militanza nella mia Fiorentina è entrato di diritto, per dirla alla Fabio Volo, tra le cose e le persone care che riempiono quelle mensole che arredano il nostro cuore, è quel voler bene senza contatto per il bene che lui ha fatto giocando da dieci in quell'ormai ahimè lontano '88 quando con Roberto Baggio fece esultare svariate volte l'allora Comunale.. chi non ricorda il 4-3 sull'Inter futura campione d'Italia del Trap?.. beh.. il vederlo all'età di 44 anni immobile su un letto per colpa di questa malattia, la Sclerosi Laterale Amiotrofica, SLA o morbo di Lou Gehrig, non lo rende certo un eroe, chissà quanti stanno come e peggio di lui nel mondo, però l'affinità di cui prima, l'esser stato un atleta e di conseguenza nell'immaginario popolare simbolo di perfezione fisica rende maggiormente dolorosa la vista di certe immagini.. Nessuna pena.. solo ed esclusivamente dispiacere e la reale sensazione che la vita ti da e la vita ti toglie con la stessa identica facilità.. che la vita è una.. e che alla velocità e i ritmi odierni non è per niente facile dare il giusto valore alle cose.. esasperando bene il concetto, lo scaffale vuoto nel mio lavoro è un problema pratico ma misero che non può certo però rendere isterici e infelici della propria quotidianità rispetto a determinate situazioni.. ma son considerazioni del tutto personali..
Mi piace l'idea che Fiorentina e Milan abbian subito deciso di giocare un'amichevole a Firenze l'8 di ottobre per raccogliere fondi per aiutare la ricerca su questa malattia così strana e così dura, mi piace l'idea di poter rivedere Roberto Baggio, scomparso letteralmente da quando ha attaccato le scarpette al chiodo e mi piace che la mia Firenze possa partecipare come solo lei sa a questo momento così importante per tanti altri che hanno la stessa sfortuna del nostro Borgogol..

giovedì 4 settembre 2008

aggiungi un posto a tavola..

Si sprecano ormai le belle parole e i complimenti per la famiglia Della Valle in relazione al progetto viola fair, alla fondazione fiorentina onlus, al terzo tempo fortemente voluto anzitempo e contro la maggior parte degli addetti ai lavori, alla rigidità nei confronti della violenza negli stadi, unica motivazione forte che potrebbe far lasciar ai Della Valle il progetto viola.. e tutte queste belle e concrete iniziative hanno i loro bei risultati nella quotidianità fiorentina e viola in particolare.. a Firenze è un dì che non si vedon volare due labbrate.. è tanto che non succede quel che anni fa e adesso a Napoli, era abitudine con gente che scavalcava per entrare all'artemio, tentativi di sfondamento con cariche della polizia, guerriglie urbane pre e post partita.. non è stato un passaggio facile, per niente.. c'è andato di mezzo il futuro del centro curva.. dimissioni ritirate dei vecchi capi ultrà, tentativi di ricostituzione di ormai anacronistici gruppi Ultrà stile anni 70-80, ma la musica è cambiata.. la Firenze viola è cresciuta, maturata, aiutata da una famiglia di signori che della lealtà e del raggiungimento degli obbiettivi ne fanno uno scudo da portare avanti contro tutto e tutti.. sicuramente vincere o cmq crescere aiuta a cambiare positivamente.. però l'impegno di chi era al di là della barricata, sempre contro il sistema c'è stato e attualmente è premiato da una squadra e una società rispettata e vincente.. e se a questo si aggiunge che da quest'anno i Della Valle ogni domenica inviteranno lo staff dirigenziale della squadra ospite per portarlo poi a cena, stile Real per intenderci, per rinforzare ulteriormente quel segnale di bel calcio sano che portano avanti, beh.. allora il voto a presidente e fratello maggiore sale notevolmente.. ma se poi Della Valle e Mencucci invitano a cena Elkann, Cobolli Gigli e compagnia bella portandoli al ristorante "i 13 gobbi".. beh.. ma questi chi l'ammazza più.. siete mitici!!

martedì 2 settembre 2008

al barrino coi gobbi..

Mi ero illuso di poter resistere fino all'ultimo.. invece già dal sabato sera ero alla ricerca, senza dirmelo, inconsciamente, di una focacceria, una pizzeria, un'arancineria, un barrino, un loculo, un anfratto, una grotta, una spiaggia che a Lipari mostrasse il minimo interesse per la prima di campionato.. non pretendevo certo un megaschermo, ma un televisorino di quelli che magari, cecato come sono, stringo un pò gli occhi però l'avrei apprezzato di buon grado, ed è un eufemismo.. il sabato di ritorno dalla spiaggia mi ritrovo nel centro storico.. viuzzino del cacchio che sale verso il castello di Lipari, ebbene si c'è anche il castello a Lipari.. 'sti Liparoti non si fanno mancare nulla.. si odono le riconoscibilissime voci degli standardizzati cronisti SKY, ma non vedo le immagini.. inizia la discesa verso marina corta e le gesta di Ibrahimovic e Cassano si fanno più chiare.. aumento il passo e laggiù in basso, quasi a incrociare il vialetto principale dal quale era partita la mia ricerca, noto con estrema soddisfazione una pizzeria a taglio, El Fuego, tipico nome eoliano, che fa bella mostra di uno schermino gigantuccio.. forse un 32" credo.. e una trentina di avventori che ovviamente tifano a strisce.. prendo nota del luogo e del risultato, godendo un pò dentro di me nel pensare allo special-one e ai vari interisti che conosco e me ne torno giù per la marina.. a me dell'Inter me ne pò frega de meno..
Domenica 31 agosto.. la Prima di campionato vera, dopo il pari dei nerazzuri e la buona prova dell'Udinese nel pomeriggio di ieri.. scampagnatina molto piacevole verso Panarea.. bagno in una caletta da dieci che sembra trattenerti sugli scogli e non gliela fai proprio a tornare verso casa col sorriso spalancato.. rientro a Lipari con aperitivo bordo piscina, il Milan di Ronaldinho e Kakà ha perso in casa con la neopromossa Bologna, la Roma pareggia col Napoli e la cenettina estiva è resa ancora più rapida dall'imminente match.. "se si vince, si va in fuga"..mi dico.. ne parlano anche gli eoliani, ma per uno strano scherzo del dialetto locale la sera prima c'era "...Sampdoria-Inter e domani gioca la Juve.." ..mi son chiesto se giocasse da sola.. vabbè ..bastardi.. arrivo in volata alla fantasticissima pizzeria, unico locale sull'isola che da la partita.. già iniziata, trovo una ventina di gobbi che parevano vedere una partita a senso unico.. il loro ovviamente.. nell'aria è tutto un minchia, pigghialo, muto devi stare.. tutti rivolti al televisorino e ai miei eroi viola.. prendo una birra perchè .. è "gradita" la consumazione da parte di chi si guarda la partita.. e va da se che un consiglio laggiù è bene seguirlo.. mi metto a sedere con lo scontrino bene in vista e quella fava di Nedved la butta dentro.. ho pensato di andarmene immediatamente senza indugiare oltre.. ma le alternative non esistevano e la birra l'avevo già pagata.. il resto del match è stato tutto un mantenere un'aplomb mai avuta e buttar giù l'amaro sapor Juve mascherando il tutto con falsi sorrisi agli astanti eoliani-gobbi.. ho retto, come la Fiorentina, per altri 45 minuti spalla spalla con un riminese gobbo dentro e fuori, quando un buon Gilardino, mi spiace Giampaolo, ma quest'anno abbiamo un attaccante serio, la mette dentro tra le lamentele di fantomatici falli di mano.. la mia esultanza è stata breve ma intensa.. e cmq il marzocco sul polpaccio con tanto di giglio rosso non mi aveva certo aiutato a nascondere certe mie passioni..
tutto sommato è andata bene così.. in dieci dal 38mo del secondo tempo.. una grande prova del Gila, mancavano Mutu e Montolivo, Felipe Melo e Donadel da soli a centrocampo hanno dato ragione a chi chiede un pò più di qualità.. Felipe ha battuto ogni record facendosi espellere alla prima, io pensavo almeno alla seconda di campionato potesse arrivarci.. inguardabile, sembro prevenuto ma giuro non lo sono, la prova di Santana.. autore di due dribbling e nient'altro.. impeccabile Gamberini, nuovamente convocato con Gilardino in nazionale.. ancora da verificare invece l'utilizzo del peruviano.. per ora son sempre più defilato.. tra un pò rischio di uscire di casa..
Intanto il buon Riga, che ho cercato quasi alla stregua del televisorino di prima, si è accasato alla Ternana.. in bocca al lupo Liparota che non sei altro..

lunedì 1 settembre 2008

..l'inattesa piega degli eventi..

"..Ero partito per l'Africa da solo, e ne sarei tornato insieme a una squadra intera d'amici, ognuno con le proprie pene e i propri trionfi bene in vista come tatuaggi. Non era gente che si tenesse le cose sepolte dentro, e forse era proprio questo che mi piaceva del calcio. Che, a differenza del golf o della fisica quantistica, era disponibile a tutti, vicino allo spirito autentico delle strade e dei bar. Era una gioia pubblica.." di Enrico Brizzi.
Cala Junco, isola di Panarea,
Arcipelago delle Eolie,
domenica 31 agosto 2008, 14,37..
e chi si muove più da qui..
alex