... Nelle molte giornate del cammino da effettuare, ve ne saranno di radiose e di necessariamente in ombra ed è principalmente in queste che il pubblico dovrà farse maggiormente sentire vicino agli atleti. Il campionato non si arresta né alla terza, né alla quarta domenica [...] quindi: avere fermamente fiducia! La vittoria, ne siamo certi, bacerà ripetutamente il nostro vessillo... Luigi Ridolfi

venerdì 31 ottobre 2008

dolcetto o scherzetto?

« Venite con me, È la festa di Ognissanti, Faremo tremare tutti quanti. Gli scherzi, stavolta, son giustificati, le risa e i lazzi perfino aumentati. »
Ray Bradbury, L'albero di Halloween, XIX secolo
11 kg di zucca.. by day and by night.. quasi 12 euro per far felice quella fava interista di Leonardo.. ricordati che se fai il preventivo sta settimana il merito è tutto mio e della Sara che ha realmente lavorato la zucca per festeggiare questo Halloween.. ecco a voi Jack-o-Lantern..

Da Wikipedia. L'usanza di intagliare i Jack-o'-lantern risale alla leggenda irlandese di Jack, un pigro ma astuto fattore, che con un astuto inganno ed una croce intrappolò il diavolo, e lo liberò solo dopo che questo acconsentì a non farlo mai entrare all'inferno. Quando Jack morì, aveva peccato così tanto da non poter essere accolto in paradiso, ma il diavolo non lo lasciò entrare all'inferno e cosi rimase in Purgatorio.
Così Jack intagliò una delle sue rape, ci mise una candela dentro e cominciò a vagare senza fine per il mondo alla ricerca di un posto dove riposare. Egli divenne noto come Jack della Lanterna.
In realtà il nome del personaggio deve essere tradotto come Giacomo della Lanterna, per specificare il fatto che è il Giacomo della leggenda della lanterna. Era un astuto e dispettoso personaggio che faceva a tutti i dispetti e ingannava chiunque con i suoi trucchetti. Una volta "sfidò" anche il diavolo in persona facendolo spaventare e salire su un albero. Così Giacomo incise una croce sull'albero in modo da rendere il diavolo incapace di scendere. Fece poi un patto con il signore del male (appunto Lucifero) chiedendogli di non accettarlo all'Inferno nel caso in cui egli avesse commesso dei peccati. Jack alla morte ebbe commesso tanti peccati che in Paradiso non lo accettarono, ma nemmeno all'inferno, per il patto. Jack prese una zucca o un ortaggio (a seconda del luogo in cui la leggenda viene raccontata), ne intagliò una specie di volto, ci mise dentro una candela a mo' di lanterna e cominciò a vagare in cerca di un luogo in cui riposare nel Purgatorio. Halloween è il giorno in cui Giacomo cerca un luogo per stare tranquillo e tutte le persone devono appendere una lanterna fuori dalla porta per indicare alla povera anima vagante che la loro casa non è posto per lui.L'uso delle zucche era ben presente anche nella cultura contadina della Toscana fino a pochi decenni fa, nel cosiddetto gioco dello zozzo. Nel periodo compreso tra settembre e novembre si svuotava una zucca, le si intagliavano delle aperture a forma di occhi, naso e bocca; all'interno della zucca si metteva poi una candela accesa. La zucca veniva poi posta fuori casa, nell'orto, in giardino ma più spesso su un muretto, dopo il tramonto e per simulare un vestito le si applicavano degli stracci o addirittura un abito vero e proprio. In questo modo avrebbe avuto le sembianze di un mostro provocando un gran spavento nella vittima dello scherzo, in genere uno dei bambini, mandato fuori casa con la scusa di andare a prendere qualcosa. Si è ipotizzato anche un parallelo tra lo zozzo e la rificolona.

giovedì 30 ottobre 2008

Sei un tifoso viola se..

SE il giorno più bello della tua vita è stato il 2 Marzo 2008
SE sai cosa vuol dire "Garrisca", "Labaro" e "Vessillo" anche se non hai studiato.
SE la domenica non fumi tutto il giorno per fumarle tutte alla partita.
SE quando qualcuno dice "Juve" ti viene spontaneo rispondere "Merda".
SE mangi i panino coi lampredotto davanti alla Fiesole.
SE tu speri che Fabrizzino un caschi di sotto dalla balaustra.
SE ttu vai in trasferta con du' casse di Gallo Nero.
SE hai chiamato i' ttu figliolo Gabriel, Manuel, Francesco ecc..
SE per te "l'imperatore" resterà sempre Therim e mai Adriano.
SE l'Uccellino a Del Piero glielo metteresti ni' BUHODICCULO.
SE la ciliegina è la Marini a pehorina.
SE per te ll'era un complotto, ll'era tutto zafferano......
SE sei andato in trasferta a Brescello e ci sentivi come per la Champions League...
SE il viola e'il colore piu'bello che c'e'...
SE sara'perche'ti amo
SE per la finale di coppa italia t'eri al Franchi ma si giocava Bergamo...
SE poi t'hai fatto nottata ad aspettare che tornassero con la coppa...
SE grazie a DIO NON SONO GOBBO...
SE tu tifi sempre per due squadre:la Fiorentina e quella che gioca contro la Juve...
SE dopo il gol alla Juve per te Firicano era pari a Pele'...
SE Faccenda era la leggenda
SE Beppe Iachini picchiava per te...
SE hai pianto per Borgogol...
SE dopo lo spareggio con il Perugia per tornare in A hai pianto...
SE all'ultima giornata l'anno dopo contro il Brescia hai pianto...
SE dopo che finalmente hai detto:ovvia si gioca in Champions League hai pianto...
SE ti vengono sempre i dubbi su come si scrive Champions League...
SE ti sei incazzato per Edmundo al Carnevale ma una volta visto sul carro avresti voluto essere al suo posto...
SE quella notte al Nou Camp noi c'abbiamo Batistuta e Ronaldo ce lo suca...
SE sei fermamente convinto che a uno di questi gol i'Guetta ci lascera' le penne...
SE conosci il Ciuffi...
SE Antonio e'sempre l'unico dieci...
SE pero' anche a Rui Costa quel dieci gli stava proprio bene...
SE tu'andavi ai campini il pomeriggio per gli allenamenti...
SE sei sicuro che prima che tu'moia uno scudetto ce la farai a vederlo,e magari tu mori di gioa...
SE Prandelli e' come uno di famiglia...
SE la domenica a Torino in 500,io ci vado di sicuro non mi pento,xche',xche'...2-1,2-2,2-3...
SE che importa se per scartarlo gli ci vole un'ora che fretta c'era scarta tutti Oliveira...
SE il 19 maggio 2003 mentre la bandiera risaliva sul pennone della maratona ti scendeva una lacrima...
SE purtroppo hai amici che non essendo stati abbastanza amati da bambini sono diventati gobbi e tu ,dovendoli ospitare in casa tua gli riempi la camera di gagliardetti viola....
SE hai incorniciato la gigantografia della prima pagina della gazzetta ,del mitico secondo scudetto viola,vinto proprio umiliando la rubentus
SE Torino e' stata e restera'granata...
SE tu'canti fino al 90°piu' recupero anche se si perde 3-0...
SE Robbiati era Spadino si alzava dalla panca e segnava...
SE hai imparato ad amare Soldatino e il Falegname e il Trap nonostante i trascorsi poco limpidi...
SE il giglio dei Pontello faceva cacare
SE il viola porterà male alla maiala di to mà
SE per disgrazia sei finito in coma e una volta svegliato hai chiesto: chi s'è comprato?
SE i moccoli allo stadio non contano neanche se sei fermamente cristiano.
SE la benedizione la dovrebbe dare il presidente dalla balaustra e non il papa.
SE la fiorentina e' la squadra che amiamo di tutto il resto ce ne freghiamo...
SE Marcello Lippi la maiala di toma'...
SE meglio secondi che ladri...
SE appena si vince qualcosa si va' a fare carosello ai'piazzale..
SE tu'sei andato in maratona a salutare Rui Costa e t'hai pure pianto...
SE almeno una volta hai ascoltato il pentasport su Radio Blu
SE accecato dall'amore sei riuscito a fare il tifo anche per Bigica...
SE un te'mai riuscito di pronunciare Kanchelskis..
SE tu'daresti foco a Roberto Mancini da indo'piglia meglio...
SE quando si vince lo scudetto mi tingo di viola e torno a casa dopo tre giorni...

grazie Ery..

mercoledì 29 ottobre 2008

Grinta e Carattere.. Ci siamo anche noi..

Come ai vecchi gloriosi tempi sono arrivato al Franchi alle mie più consone 20.25.. cinque minuti per un wurstel e una birra dal merdoso di fiducia, l'amico dell'Erika per intendersi, un caffeino sotto la Fiesole e trenta secondi per salire su da Samu e compagnia.. posto? nisba.. son stato 90 minuti tra Samu, Stefano e la Donatella.. schiacciato come una sardina.. con un brindellone a farmi ombra sulla destra.. un caldo bestia nonostante siamo praticamente a Novembre.. in questa mia nuova intima posizione mi son goduto probabilmente il più bel match della mia Fiorentina da tempo.. reso ancora più importante dal fatto che avevamo davanti l'Inter campione d'Italia, una squadra che si permette di far uscire stankovic per far entrare Vieira.. insomma.. mica i' Firenze Ovest.. con tutto il rispetto..
La rabbia per la squalifica del nostro bomber era diventata rassegnazione quando abbiam visto che Mutu non era tra gli undici e Manuel Pasqual era stato convocato al posto di Vargas.. il dubbio che avesse almeno cinque minuti nelle gambe era quasi una certezza e invece ha fatto una gran partita.. come lui anche Comotto e Gamberini.. e tanto di cappello alla prestazione esaltante di un Santana pre-punte.. grande partita.. strepitoso Felipe Melo.. un pò Dunga, un pò Iachini con un pizzico di Liverani.. senza voto i due ragazzini la davanti che han corso senza concretizzare una segaccia nulla.. il Pazzo ha sbagliato un bove che probabilmente anche io, con l'infradito ai piedi e Samu sulle spalle avrei messo dentro.. secondo me il ragazzo non ce la pole fare neanche se ne gioca 40 di partite.. e un ce la fa.. Alla fine del primo tempo ero praticamente l'unico imbecille in piedi in tutta la Fiesole e dopo uno sguardo rapido agli astanti mi son accorto che una vecchia un gradino sopra di noi aveva un posto accanto vuoto con il giubbotto sopra.. le ho immediatamente chiesto sorridendo a dumila denti se potessi sedermi per quei 15 minuti d'intervallo.. e la vecchia? è stata fantastica:"no.. magari poi porta male!!.."... "magari poi porta male?".. ma vai a cacare, troia.. m'è toccato star su un piede come fossi Moira Orfei sui filo, di'hane.. con ovviamente sberleffi vari da què ragazzi..
C'è mancato solo il goal.. solo ed esclusivamente quello.. alla traversa di Mancini, che trema ancora come mi ha suggerito Lore, abbiam risposto con numerose palle goal e 70 minuti di possesso palla.. abbiam giocato da grande squadra lottando fino al novantesimo per buttarla dentro.. grinta e carattere..
Notiziona per l'Erika: han messo un punto luce laggiù in fondo alle scale esterne.. secondo me c'han sentito..

martedì 28 ottobre 2008

i bambini si divertono.. si può licenziare la balia..

Era prevedibile.. ci siamo riempiti la bocca per tutto sto tempo di fair play e rispetto delle regole, di buon calcio e virtuosi pensieri e direi a ragion veduta visto l'operato della società fino ad ora, ma la reazione che ha scatenato il goal di Gilardino sa tanto di agguatino apache premeditato.. era prevedibile perchè, ahimè peccherò di provincialismo, non siamo nè il Milan nè l'Inter.. era prevedibile perchè siamo a un punto dalla prima.. era prevedibile perchè domani sera per l'appunto c'è Fiorentina-Inter?.. forse ma son pensieri cattivi come diceva Zoff in quella famosa annata infelice..
E' vero.. era meglio se non esultava.. era meglio se non alzava la mano per colpire la palla anche se può esser considerato un gesto istintivo e io in quanto a istinto ne so qualcosa.. però allora era meglio se dopo averla buttata dentro correva dall'arbitro a costituirsi e poi si inginocchiava a chieder scusa a tutti i palermitani presenti magari frustandosi un pò.. mediaticamente era il top.. figlio perfetto della strada indicata dai Della Valle.. però si è scavallato un confine che a tanti.. specie a quegli indianini di cui sopra, è sparito dalla vista perchè troppo pronti a sparar merda su un progetto vincente che da noia.. in sostanza un conto è quel che fa la Società, un altro è quel che fa un giocatore, che peraltro non si è mai distinto per antisportività, in un momento di sano agonismo dove l'istinto e la reazione la fanno da padrone.. e poi non c'era pure il fallo da rigore e la conseguente espulsione del difensore?
beh.. parlando chiaro, non è il nostro un calcio che fa del fair play una costante rispettata e considerata fondamentale.. quindi se lo fa Maradona è la mano di Dio.. se lo fa Gilardino è un furbetto del quartierino.. figli e figliastri.. faremo a meno del Gila per i prossimi due turni, Inter e Siena attente a qualcun altro.. Pazzini o Mutu che sia perchè siam talmente in forma che tocca al giudice sportivo entrarci in tackle scivolato..

lunedì 27 ottobre 2008

L'Egittomania, la mano di Dio e un tranquillo venerdì di paura

"...vorrei ora parlare più a lungo dell'Egitto perchè racchiude moltissime meraviglie e presenta molte opere che superano ogni descrizione paragonate con ogni altro paese.." Erodoto II, 35

Affascinante.. avvincente.. penso questo dell'Egitto che ho visto.. di quella parte che ho avuto modo di vedere.. piccola ma immensa, intrigante.. tralasciando Sharm, una Rimini asiatica creata appositamente per non far sentir troppo caldo.. credo che la giornata dedicata a Il Cairo, seppure faticosa, valga un nuovo viaggio nella terra dei Faraoni.. Ho visto ben poco di quel che offre, ma quel poco mi è bastato per farmi pensare che mi garba a bestia questa antica civiltà tanto lontana e diversa da noi ma anche dall'egitto e dagli egiziani moderni.. ho l'impressione che son stati troppo forti prima.. adesso è un popolo strano.. vive sull'elemosina come se fosse diritto dovuto.. anzi.. l'idea è che si lasciano vivere.. li vedi che si trascinano per arrivare in fondo alla giornata.. pieni di obblighi morali e religiosi senza un obbiettivo reale se non quello di chiudere gli occhi la sera con la mano più piena di Euro e Dollari possibile.. ma solo quelli.. la lira Egiziana è talmente forte che ti ridono in faccia pure loro se gliela sventoli davanti agli occhi.. il Museo Egizio, fantastico.. ti proietta in un'era clamorosa, Tutankamon.. Il Faraone sfigato, Lo Sfinge.. perchè c'han detto che solo noi italiani insistiamo nel credere sia femminile.. Il Nilo.. le donne e la loro condizione.. il burka.. uno sguardo che mi ha rapito gli occhi.. i Beduini, altro non sono che i nostri Rom dotati di cammello (due M.. due gobbe..) o dromedario (una M.. una gobba..) ma quante cose ho imparato, tanta roba direi.. incredibile il loro modo di approcciarsi alla guida.. vanno come missili lanciati.. e suonano.. così.. come per riempire il tempo perso alla guida.. e poi.. gl'importa una sega se son sulla corsia di destra e c'è un tir su quella di sinistra.. girano e via.. arrivederci.. due madonne.. anzi, due Allah e girano.. ai semafori par d'essere a Napoli.. devi contrattare anche per aver la carta igienica.. All inclusive egiziano.. però niente moneta sennò in banca non gliela cambiano.. abbiamo pure tamponato in centro a Il Cairo.. e dalla macchina che abbiam sfondato perchè l'idiota di Aladino, l'autista, ha avuto l'ardire di passare col VERDE son uscite due commedianti che ai funerali giù nel meridione son pischelle.. una in particolar modo ha iniziato a urlare pareva posseduta.. urlava e si dava le labbrate sul viso.. urli e labbrate.. nel giro di trenta secondi ci sarà stato un centinaio di persone che urlavano.. Aladino, ovviamente, urlava compassato, il CID naturalmente non sanno cos'è e per evitare controlli sull'assicurazione Aladino ha visto bene di pagare una cifra cash giusto così per risolvere il tutto pur avendo ragione piena.. grandissimo.. lui e le attrici.. per un attimo son stato sfiorato dal dubbio che fosse tutto organizzato per il turista straniero sprovveduto però poi non c'han chiesto soldi quindi dev'essere una prassi alla faccia di qualsiasi perito.. abbiamo assistito pure alla prima e probabilmente unica giornata di pioggia del 2008 che ovviamente ha paralizzato strade e attività, devastato le loro pseudo autostrade e obbligati a cambiar tre volte itinerario per tornare in Asia direzione Sharm scortati dalla polizia perchè fuori dai canonici percorsi turistici lungo i quali ho contato una ventina di posti di blocco su un totale di 500 km..
Il ritorno in Italia è coinciso con il posticipo della mia Fiorentina a Palermo.. 3-1 con goal di Gilardino.. sul tocco di mano avrei voluto vedere la faccia di Zamparini..e doppietta di Mutu.. la partita me l'han raccontata Samu, l'Erika e la mi mamma tramite sms.. notevole prova di carattere e personalità.. questo il commento del tecnicissimo Samuele.. ci voleva una vittoria simile dopo le tre labbrate di Monaco.. Adesso non vedo l'ora di godermi questo freddo novembre fiorentino.. a partire da mercoledì col turno infrasettimanale che ci vede in campo contro l'Inter dello Special One.. però questa settimana passata tra Asia e Africa.. tra mare e Kebab.. con le piramidi che facevan da contorno che mi han fatto sentire un pò l'Indiana Jones de'noantri mi ha lasciato la voglia di tornare a visitare a modo, senza villaggi europei tra le palle, questa terra misteriosa.. Luxor e la valle dei Re potrebbero essere una nuova meta..

giovedì 23 ottobre 2008

Quant'è lontana l'Allianz Arena da Sharm..

..e probabilmente tutti questi km di distanza mi hanno aiutato a non sentir le polemiche del dopo partita e a vedere una Fiorentina forse con occhi diversi da quelli che avrei avuto a Firenze..
Sarà la lontananza da casa forse, ma io ho visto una squadra sempre in partita.. in difficoltà certo.. però mai fuori dal match come leggo sui vari siti internet.. la rabbia rovesciata nei vari forum mi fa pensare che probabilmente tanti si aspettavano una squadra capace di competere e sopratutto primeggiare sempre e ovunque.. non è così.. il Bayern Monaco non è la reggina.. ed è la prima volta che partecipiamo alla Champions League.. penso alla Roma degli anni passati e mi rendo conto che per arrivare si deve partecipare e prendere le labbrate che fanno esperienza.. non fa piacere perdere 3-0 e chi ha visto la gara sicuramente sa che il risultato è anche troppo duro.. troppo pesante.. però in effetti non potevamo di più.. io son fiducioso e spero non sia una partita persa in casa del Bayern a far perdere la voglia di credere in questo progetto.. Per quanto riguarda i fischi e i cori a Luca Toni.. beh.. quando c'era non è rimasto a Firenze per amore della maglia e son stati solo tre anni, credo, forse due..boh.. non nove come Bati.. non un eternità come Antonio.. non 6 come Roberto Baggio.. se ne è andato perchè voleva fare la champions e si ritrova a giocarla nello stesso anno in cui la gioca la Fiorentina.. quindi caro Toni ha ragione Zamparini.. chi semina fischi raccoglie fischi.. te di Firenze non c'hai capito un cazzo.. goditi i tuoi soldi.. noi ci godiamo la nostra maglia.. quel mercoledì di novembre a Firenze non sarò certo lì per applaudire te e la tua squadra..
la foto del "gommone" mi è stata gentilmente girata via bluetooth da Gioele della gastronomia presente alla disfatta bavarese.. thanks

sabato 18 ottobre 2008

e se poi la Juve ne becca due a Napoli allora è un sabato da segnare sul calendario..

Nell'economia personale l'anticipo al pomeriggio di oggi alle 18:00, odiatissimo in altre condizioni, per dirla alla Nannelli è arrivato a pipa di cocco.. non so assolutamente il reale significato ma è un pò come dire che è cascato a fagiolo visto che stanotte alle 3,00 parto per Sharm el Sheikh.. prima volta in vita mia che prendo ferie a fine ottobre e l'idea di andarmene al caldo a tuffarmi in acque cristalline mi rende particolarmente godereccio..
Se a tutto questo aggiungiamo il risultato della gara dell'Artemio e di quella di stasera a Napoli dove l'odiata ha perso 2-1, allora per davvero si tratta quasi di apoteosi della goduria..

Non era partita benissimo.. già da ieri, venerdì 17 ma forse era solo un caso.. son rientrato in casa dopo una seratina tetesca con Giacomino durante la quale la mitica Weisse a caduta ha accompagnato un buonissimo e altrettanto ridondante stinco di maiale con crauti e patate, che erano le due e mezzo.. avevo strapromesso alla Deborina di entrare con lei stamani alle 5,00, quindi 2 ore e mezzo di sonno con l'obbiettivo di levarmi di culo da bottega subito dopo pranzo direzione Artemio.. il mio cazzeggiare notturno con occhi pallati rivolti verso il soffitto alla ricerca di un colpo di sonno mi ha fatto svenire verso le 3,00.. la sveglia puntata sulle 4,00 ha suonato sicuramente ma la mano rapida l'ha fatta da padrona lasciandomi tra le braccia di morfeo fin verso le 7,00 accumulando un ritardo sull'appuntamento con la Deborina di circa 2 ore.. Scandicci-Piazza Leopoldo credo in dodici minuti netti senza ormai un vero obbiettivo se non quello di scusarmi.. e la reazione della bidonata è stato anche troppo lieve per quel che pensavo..

Ho girovagato per la bottega fin verso l'ora di pranzo trascinandomi dietro le gambe con la testa già in ferie.. esco di bottega verso le cinque quando avevo fissato sotto casa di Samu un quarto d'ora prima.. e al mio sms il silenzio opprimente mi faceva tremare per l'avvicinarsi rapido delle 18,00.. ore 17,20.. l'immagine di Samu comincia a svanire un pò come quella dei parenti sulla foto di Michael J.Fox in "Ritorno al futuro".. Silenzio rotto da una chiamata metallica: "sono in ritardo ci si vede dentro!".. fuggo verso l'Artemio e parcheggio a culo nel solito parcheggino.. arrivo al tornello che mancano tre minuti al fischio d'inizio.. Enzino e co. mi fan sapere che i posti ci sono ma risultano inarrivabili almeno per tutto il primo tempo e quindi storcendo un pò la bocca mi dirigo verso il parterre da dove la vicinanza del campo non fa il pari con la visuale talmente schiacciata che per me Felipe era in posizione favorevole per tirare in porta quando in realtà era appena uscito dalla nostra area di rigore.. vabbè.. Samu arriva dopo una decina di minuti di gioco e l'idea di salire su a fine primo tempo la bocciamo dopo una ventina di minuti.. ci relazioniamo col gruppo in collina via sms e siam tutti concordi che il Pazzo non riesce a gioire a pieno neanche quando segna su rigore visto che viene sostituito a un quarto d'ora dalla fine da un Gila che in 6 minuti ne mette dentro due e raggiunge i 100 goal in Serie A.. strepitoso.. buona la partita di Jo-Jo Jovetic.. sotto tono quella di Osvaldo.. dopo la sparata di metà settimana m'aspettavo uno che per lo meno avrebbe dovuto spaccare tutto e tutti.. un 3-0 aiutato dall'espulsione del portiere della Reggina, Grazie Campagnolo, per il fallo di rigore su Santana, ma anche da una Fiorentina che sta pian piano ritrovando se stessa..

Adesso c'aspetta la trasferta in casa Toni, lassù in baviera martedì.. io la seguirò dal mar Rosso.. e già inizio a toccarmi le palle perchè un si sa mai, la champions è un'altra musica.. e il Bayern non è la Reggina..

mercoledì 15 ottobre 2008

I'Gila batte Jovetic 2-1 e Osvaldo sbatte i piedi..

Osvaldo fa il permaloso e ripicca da gran campione pur non essendolo ancora e a Lecce la faccia pulita di Alberto Gilardino e Stevan Jovetic fanno bella mostra di se tra fair play e giochesse degne del fenomeno rumeno che ancora quest'anno vive di ricordi.. e se il primo è titolare quasi inamovibile della mia Fiorentina è vero che per il gioiellino del Montenegro le acque son le solite dell'argentino presupponente.. quindi tanto di cappello per la prestazione di stasera e per l'atteggiamento che per un diciottenne non è proprio cosa normale.. va da se che alle dichiarazioni di Osvaldo andrà sicuramente fatta la tara per evitare di cascare nei giochini preferiti dai giornalai però a Firenze siam permalosi, non dimentichiamo per carità rovesciate o goal al novantaquattresimo però un pò di rispetto per la maglia che indossi dal lunedì alla domenica e per quei 30mila stupidi che ti applaudono non farebbe male.. Ha ragione Corvino.. a gennaio chi non se la sente fa cartella e si leva dai coglioni.. abbiam le spalle grosse e di qualità abbondiamo.. quindi caro Osvaldino corri, toccati meno ì capello quando tu corri e fai quel che ti chiede il mister.. è sufficiente.. Samu intanto mi fa sapere che domani se ne va e tornerà forse domenica per andare non so dove.. quindi niente Reggina sabato pomeriggio alle 18.. Al suo posto entra in campo la grandissima Erika da Capraia e Limite.. che quest'anno ha preferito far l'eremita con obbiettivi prolifici al sostenere la nostra viola..

domenica 12 ottobre 2008

Ho speso molti soldi in donne, alcool e macchine sportive, il resto l'ho sperperati.. George Best

Leggo Paul Gascoigne e penso George Best.. le notizie sempre peggiori su Gazza mi han fatto riprendere in mano "the Best", l'autobiografia di George Best, l'irlandese che ha incantato i tifosi di mezza Inghilterra rendendo quelli del Manchester United spettatori privilegiati della mitica maglia n.7.. la fine di quel che era diventato un vero e proprio idolo delle teenagers alla stregua di star musicali prim'ancora che giocatore fenomenale non è stata pari al suo splendore sui campi da calcio infatti morì dopo settimane di agonia e anni di alcolismo a soli 59 anni nel 2005.. Pallone d'oro nel 68, chiamato il quinto beatle, ha alternato splendide giocate a bellissime donne.. spese folli a dipendenze croniche all'alcolismo.. Gazza non ha mai vinto il pallone d'oro ma ha fatto della sregolatezza un must del suo stile di vita post atleta.. attualmente rischia la paralisi, così riportano i tabloid inglesi, a causa delle sue gambe oltremodo sottoposte agli sforzi durante la sua carriera e purtroppo pare che ci siano pure dei sintomi che riporterebbero alla SLA.. le stranezze della vita vogliono che queste notizie siano uscite proprio a pochi giorni della giornata dedicata a Stefano Borgonovo.. In effetti tra Gazza e George Best ci son più punti in comune sul lato privato che quello sportivo.. troppo superiore ed elegante la tecnica del ragazzo di Belfast.. ma come sempre accade tanta genialità non è stata supportata in nessuno dei due casi da altrettanta intelligenza..

video

"the best"
Autore George Best
Data di uscita 13/07/2004
pag 304

BCDE editori

giovedì 9 ottobre 2008

...tu chiamale se vuoi emozioni..

Che serata.. la immaginavo così.. mi ero un pò immaginato sia l'atmosfera sia le emozioni che avrei respirato.. poi, come sempre accade, vivendole scopri che la fantasia, le idee e i pensieri son ben poca cosa rispetto a quel che provi realmente sul momento vivendo certe situazioni come quelle di questa sera..


Mi aspettavo, ma probabilmente son troppo esageratamente ottimista, un Artemio un pelo più gremito ma i quasi trentamila han fatto bella mostra di se.. tante facce nuove rispetto a quelle che si vedono domenicalmente in campionato, tante giovani e tante presenti senza pensare troppo ai colori delle maglie in campo..

La serata per Stefano Borgonovo è andata via liscia con tanti picchi emotivi che mi han lasciato un bel pò di sensazioni vive dentro.. che mi han fatto sentire piccolo e impotente.. il vederlo entrare in campo dalla Fiesole, spinto da Roberto Baggio e insieme i cori e gli applausi che gli facevano da contorno è l'immagine che mi porto dentro e dalla quale a momenti cerco di sfuggire per una stupida paura di veder soffrire.. ore 20.. per un attimo non son riuscito più neanche a cantare.. l'emozione ha vinto, ho sentito un nodo alla gola e gli occhi bagnarsi.. però ho pure visto il suo sorriso.. gli occhi vivi, attenti.. ed è stato come un lampo immenso di leggera tranquillità.. una certezza che Stefano Borgonovo sta lottando per la sua battaglia più grande, ma che lo sta facendo con un forza che probabilmente non ci si immagina neanche.. ho sentito le parole di Walter Zenga su Radioblu mentre andavo allo stadio.. ha detto quel che avrei detto io: "..Se mi capitasse qualcosa del genere probabilmente non avrei la forza per reagire e rischierei di lasciarmi morire.." sarebbe la reazione più vicina a quel che penso.. ma forse a veder Stefano è vero anche che in quei casi riesci a trovare la forza che non credi di avere, dove non avresti creduto di trovarla.. quindi tanto di cappello.. Forza Stefano, non mollare!

Rivedere poi una squadra intera che mi ha fatto realmente innamorare di questa maglia quando avevo quattordici anni mi ha fatto sentire un pò vecchio, quasi, ma forse no, come la pischellina che dietro di me mi ha dato una ginocchiata nella schiena e mi ha detto: mi scusi signore! (avrei preferito un'altra ginocchiata piuttosto che il LEI e il SIGNORE soprattutto), e mi ha fatto rivivere scene e momenti andati.. cori vecchi di vent'anni ripescati per l'occasione per i vari Pellicanò, Antognoni (unico 10), Roberto Baggio, Nappi, Iachini, Mareggini.. Giovanni Galli, Faccenda, la pelata di Mattei, Davide Pellegrini.. Landucci.. Bosco, Di Chiara, che con Nappi e Daniele Massaro sembravano i più in forma.. Lubos Kubik.. Mazinho, che pareva avesse i calli, il giovane Malusci, Dell'Oglio, Maiellaro e Pruzzo.. insomma una Fiorentina che ci ha fatto soffrire rispetto a quelle degli anni a venire ma che vivevo con la testa e il cuore di un adolescente, senza paragoni.. senza polemiche.. senza ragionare troppo.. col cuore.. la passione e l'istinto che a quell'età la fanno da padrone.. emozioni e vibrazioni che ti fanno innamorare per sempre di una moglie che non sposerai mai.. con la quale non andrai mai a vivere.. che scandirà i tuoi ritmi, le tue domeniche.. e deciderà i tuoi programmi preferiti.. e che sopratutto anche dopo anni di amore eterno non tradirai mai.. una Fiorentina a cavallo tra Pontello e Cecchi Gori.. che raggiunse una finale di Coppa Uefa che per noi pischelli dell'epoca era come aver vinto un mondiale per club..

finale di serata da paparazzi, stile gli anni che furono, insieme a una banda mista di pischellini e trentenni in vena di ricordi, in testa a tutti Marco dell'Erika che pareva Indiana Jones alla ricerca dell'arca perduta.. la nostra arca era quel giocatore e uomo senza pari chiamato Roberto Baggio.. capace di emozionarmi anche senza toccare il pallone.. se poi se ne va in macchina, un altro di quelli senza macchina ovviamente, con la maglia viola ancora in dosso io non ce la faccio a volergli male se se n'è andato nell'estate del 1990 per tradirci con quelle merde biancornere.. e se siam stati una mezz'oretta ad aspettarlo sviaggiando da un cancello ad un altro.. ma pensandoci bene bene quando più ci ricapita Robertino a Firenze..
nota a completamento: nell'aspettare il divin codino abbiamo lasciato andar via di lungo, quasi fossero i'bidello di scuola, personaggi tipo Andrea e Diego Della Valle, Nappi, Orlando.. tutti ovviamente "senza macchina".. tra uno e l'altro è scappato fuori dal parcheggio sotterraneo un pandino blu guidato dal nostro mister.. magari a casa c'avrà avuta ferma un X5, che ne so un Audi A325mila, un Ferrarino testarossa, ma non ci credo neanche poi così tanto e vederlo guidare un pandino sinceramente m'ha fatto una tenerezza senza pari.. un'ulteriore conferma, e se c'è qualcuno che ne ha ancora bisogno alzi la mano, che veramente prima di tutto si tratta di una gran persona e poi.. solo dopo, ma da ultimo è un grande allenatore di calcio.. speciale pur senza essere uno special one da 14 milioni di euro all'anno..

domenica 5 ottobre 2008

Kuz! finalmente..

domenica nannelliana per eccellenza..
alzatina leggera verso le due del pomeriggio, ero andato a letto che era mezzanotte.. quindi non così tardi da giustificare la levataccia pomeridiana.. ma mi ci garbava proprio rimanere sotto le coperte.. alle due per me è troppo tardi per pranzare.. troppo presto per cenare.. quindi resetto il gioco e riparto.. colazione!.. due e trenta collegamento con Chievo e alle tre parte il match che negli ultimi anni c'ha dato sempre grosse soddisfazioni.. pronti via e sbraciolato sul divano mi rendo conto che Mutu, Osvaldo e Donadel non son stati neanche convocati... Jovetic, il pesticcia, parte titolare accanto a Gilardino e Semioli.. centrocampo con Kuz, Montolivo la contessa e Felipe.. Il Chievo alla sesta giornata ne ha perse 4 e pareggiate una e non può permettersi di perderne un'altra.. e sinceramente un pò mi dispiace aver vinto contro la squadra del nostro Beppe Iachini.. il nostro lottatore.. anche oggi s'è sentito bene il coro "Picchia per noi Beppe".. partita stanca.. come me probabilmente.. non si riesce a giocare come si dovrebbe e ci vuole una punizione battuta di rapina da Montolivo per Kuz che infila un piattone facile facile.. un pò come fece Borgonovo per il famoso 4-3 sull'inter un bel pò di anni fa.. il secondo goal di testa dell'ormai solito Gila, per la verità da solo in area come se fosse sparita l'intera difesa del Chievo, ci permette di non soffrire inutilmente fino al novantesimo.. avevo dei dubbi che Chievo potesse essere ancora la trasferta dei tre punti facili quest'anno e fortunatamente son stato smentito.. da registrare anche un palo di Kuz e una traversa di Montolivo.. e adesso rigioca un'altra volta la nazionale "tanto amata".. (Gamberini, Montolivo e Gilardino tra i convocati) ma non potrebbero decidere a tavolino chi partecipa ai prossimi mondiali? ma chi la guarda la Nazionale? ma per davvero.. a me ste pause per gli azzurri mi stanno solo altamente sulle palle.. si ritorna all'Artemio solo tra due settimane con la Reggina il 19 ottobre.. mercoledì da campioni tra tre giorni, amichevole col Milan per Borgogol.. ho un pò di brividi al pensiero di rivederlo per la condizione in cui vive adesso.. non sarà facile ma spero che almeno sarà una serata utile per lui.. che gli dia ancora maggior forza per andare avanti e non mollare.. sinceramente mi piace anche l'idea di poter rivedere in campo nell'ordine:Antognoni, Baggio, Banchelli, Battistini, Bosco, Branca, Buso, Calisti, Carobbi, Pellegrini, Dell'Oglio, Di Chiara, Faccenda, Fatih Terim, Gelsi, Hysen, Iachini, Lacatus, Landucci, Lazaroni, Maiellaro, Malusci, Mannini, Mareggini, Mazinho, Nappi, Orlando, Pellicanò, Pin, Pioli, Salvatori e Toldo. Tra gli ex-milanisti invece giocheranno Albertini, Ancelotti, Baresi, Costacurta, Donadoni, Evani, Fuser, Filippo Galli, Gullit, Massaro, Pazzagli, Rijkaard, Sacchi, Simone, Stroppa e Tassotti.. il fine è benefico.. i partecipanti notevoli.. sarà una gran bella serata..